Menu Content/Inhalt
Home

Ultimissime !!!

Cashback e cashback di Natale, si parte. Ecco come funziona PDF Stampa E-mail
giovedì 03 dicembre 2020
cashback031220.jpg

Cashback, si parte l’8 dicembre con le spese di Natale. Al via a gennaio il piano per incentivare i pagamenti elettronici col rimborso pari al 10% delle spese e fino a un massimo di 150 euro. Online il sito cashlessitalia

Cashback, si parte. L’8 dicembre è la data inizio del cashback di Natale, che rimborserà del 10% e fino a un massimo di 150 euro gli acquisti fatti in negozio attraverso sistemi di pagamento elettronici fino alla fine di dicembre (serve un minimo di 10 spese).

Dal 1 gennaio 2021 parte poi il piano cashback del Governo, l’iniziativa che vuole incentivare i pagamenti con carte e via app attraverso il rimborso del 10% di quanto speso con sistemi di pagamento elettronico. Online c’è il sito CashlessItalia che contiene le indicazioni sul cashback, sulla sperimentazione di Natale e sulla lotteria degli scontrini.

Cashless italia

Guadagni, vinci e cambi il Paese: questo il claim che campeggia sul sito cashlessitalia. L’obiettivo è promuovere i pagamenti digitali con carte di credito, di debito e app di pagamento.

«Italia Cashless è un piano messo a punto dal Governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento, al fine di modernizzare il Paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente».

Il piano prevede, a partire dal 1 gennaio 2021, il rimborso del 10% di quanto speso con sistemi di pagamento elettronico presso i negozi fisici. Non valgono dunque gli acquisti fatti online. Il cashback è appunto il rimborso del 10% delle spese fatte con carta, bancomat e app. Per ottenerlo serve un minimo di operazioni: 10 spese per il cashback di dicembre, 50 spese nel primo semestre del prossimo anno.

Il tetto massimo di rimborso è di 150 euro sia per il cashback di Natale che per quello a sei mesi.

Cashback 2021

Con il Cashback, a partire dal 1 gennaio 2021, si ottiene il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti fatti con carte o app di pagamento in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti. Non concorrono gli acquisti online, che quindi sono esclusi.

Non c’è un importo minimo di spesa ed è possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno. Ogni 6 mesi, se si fa un minimo di 50 pagamenti, si riceve il 10% dell’importo speso, fino ad un massimo di 150 euro di rimborso complessivo. Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 euro.

Cashback, le spese valide

Le spese che rientrano nel cashback sono quelle fatte in supermercati e negozi, bar e ristoranti, con servizi quali quelli resi da artigiani e professionisti (avvocato, architetto, meccanico). Sono escluse le spese online.

Sono dunque validi tutti gli acquisti in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti ad eccezione di:

gli acquisti effettuati online (e-commerce);

gli acquisti necessari allo svolgimento di attività imprenditoriali, professionali o artigianali;

le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (es. ricariche telefoniche);

i bonifici SDD per gli addebiti diretti su conto corrente;

le operazioni relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrente.

Extra cashback di Natale

Il piano viene anticipato nei prossimi giorni con l’extra cashback di Natale. Dall’8 al 31 dicembre 2020, servono 10 acquisti con carte di credito, debito, bancomat e satispay per avere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro che saranno accreditati nei primi mesi del 2021.

Cashback, la registrazione

Per partecipare all’iniziativa bisogna registrarsi al programma cashback.

Bisogna avere l’identità digitale, la Spid. In alternativa si può usare la Carta di Identità Elettronica  (CIE 3.O) abbinata al PIN ricevuto al momento del rilascio.

Bisogna poi scaricare l’App IO: dopo aver scaricato e installato l’applicazione sullo smartphone o sul tablet, bisogna effettuare l’accesso tramite le credenziali SPID oppure con la CIE abbinata al PIN.

In fase di registrazione al Cashback, gli utenti dovranno inserire gli estremi identificativi di uno o più carte di credito, carte di debito, PagoBancomat o attivare il Cashback sull’account Satispay. Da gennaio sarà inoltre possibile inserire account Bancomat Pay e, a seguire, Apple Pay, Google Pay e anche altre tipologie di carte e app che aderiranno all’iniziativa.

Dovranno inoltre inserire il codice IBAN del conto su cui si vuole ricevere i rimborsi.

 

 

Fonte HelpConsumatori

 

Tesseramento 2020

adoc_tesseramento_2020.jpg

Guide Adoc

guide-adoc-compressor.jpg

Salva Famiglie

immagine.png