Menu Content/Inhalt
Home

Ultimissime !!!

Offerte luce e gas: come trovare le migliori per risparmiare PDF Stampa E-mail
giovedì 22 agosto 2019

luceegas1507.png Ci si approssima inesorabilmente al fatidico luglio 2020: oramai manca meno di un anno al termine del mercato tutelato della luce e del gas.

Sono ancora pochi i consumatori che hanno deciso di effettuare il passaggio al mercatolibero, scegliendo una delle tante offerte per la fornitura di energiaelettrica e gas naturale proposte in regime di libera concorrenza. Così come sono in pochi i consumatori che conoscono i significati delle voci di costo inbolletta e come comparare le tariffe per trovare le migliori offerte luce e gasper le esigenze di consumo e di budget mensile.


 


Per supportareil consumatore nel passaggio al mercato libero e per fornire gli strumentigiusti per poter confrontare le numero tariffe a disposizione del consumatore,presentiamo qui una guida con alcune informazioni fondamentali. Farsi guidareper inerzia dagli eventi che seguiranno luglio 2020, infatti, potrebbe portarea sottoscrivere un’offerta meno vantaggiosa di quella del mercato tutelato,rinunciando automaticamente a quel (seppur minimo, almeno per ora) vantaggioderivante dalla libera concorrenza.


Risparmiare in bolletta


Offerteservizio di tutela e mercato libero: quali sono le differenze?


 


L’Autorità diRegolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA) definisce trimestralmente i costipresenti in bolletta validi per tutti i regimi (tutelato e libero mercato) eper tutti i fornitori. Tali costi sono i seguenti:


 


    Spesa per oneri di sistema (23,74% delvalore della bolletta luce e 4,54% della bolletta gas di un consumatore tipo)


    Spesa per il trasporto e la gestione delcontatore (23,74% del valore della bolletta luce e 20,52% del valore dellabolletta gas di un consumatore tipo)


 


Quando si fariferimento al consumatore tipo, ci si riferisce ai due profili seguenti:


    Consumatore domestico tipo luce: utenza concontatore da 3 kW, consumo annuo di 2.700 kWh di energia elettrica.


    Consumatore domestico tipo gas: utenza conriscaldamento autonomo e consumo annuo di 1.400 m 3 di gas.


 


Offerteluce e gas del mercato tutelato


 


L’ARERA, perchi è servito in regime di tutela, definisce anche il costo per la materiaenergia, composto dalle due voci di spesa più importanti per il confronto delleofferte: Il costo di approvvigionamento della materia prima (luce o gas) e ilcosto di commercializzazione. Nel terzo trimestre 2019, incidono sulla bollettadel consumatore tipo per il 43,87% (luce) e per il 35,45% (gas).


 


Mentre ilcosto di approvvigionamento è una spesa proporzionale al consumo, il costo dicommercializzazione è un importo fisso su base annua.


 


Anche questocosto vale per tutti i fornitori, ma solo per quelli operanti nel servizio dimaggior tutela, a differenza di quanto avviene nel mercato libero.


Bollette epovertà energetica


Mercataiaperto e mercato tutelato: le migliori offerte


 


Offerteluce e gas del mercato libero


 


Le duecomponenti di cui sopra (costo approvvigionamento e costo dicommercializzazione), nel mercato libero vengono definite liberamente daivenditori secondo le logiche di libera concorrenza. Nella comunicazionecommerciale delle offerte siamo abituati a vedere enfatizzato il costo al kWh,che fa riferimento solo alla prima voce di spesa (costo di approvvigionamento).Contribuirebbe a far guadagnare trasparenza al settore dare visibilità anche alcosto di commercializzazione. Tuttavia, gli strumenti di comparazione delletariffe che è possibile trovare online offrono la possibilità di confrontare leproposte tenendo conto di tutte le spese presenti in bolletta.


Le premesseper scegliere il miglior contratto luce e gas: conoscere i consumi


 


Il primo passoper scegliere un nuovo fornitore luce e gas è quello di conoscere i propriconsumi su base annua. È un’ informazione che può essere reperita facilmente inbolletta. La fattura della fornitura è un documento che dovrete avere a portatadi mano nel momento in cui volete sottoscrivere un nuovo contratto e, leggendocon attenzione, si tratta di una raccolta d’informazioni utilissima anche perconoscere le nostre abitudini di consumo e poter scegliere meglio se optare peruna tariffa monoraria o bioraria.


Utilizzarei comparatori online per scegliere le migliori offerte


 


Una volta notoil consumo annuo in chilowattora e in metri cubi di gas, è possibile procedereal confronto delle tariffe. È possibile utilizzare i tanti comparatori presentionline, a partire dallo strumento messo a disposizione dall’ARERA:ilportaleofferte.it e senza disdegnare gli altri portali di comparazionetariffe che offrono anche un servizio consulenza gratuita. Nella maggior partedei casi presentano una panoramica ampia del mercato libero e le tariffe nonsubiscono aumenti rispetto a quanto offerto dai fornitori sul loro


 


portale. Ilvantaggio dell’uso di questi strumenti è il risparmio di tempo: si potrannomettere a confronto la maggior parte delle proposte del mercato con pochiclick.


Utilizzarele schede di confrontabilità


 


Le offerte delmercato libero devono obbligatoriamente essere accompagnate dalla scheda diconfrontabilità: un documento che dà evidenza della maggiore o minoreconvenienza della tariffa rispetto a quella del mercato tutelato. Uno strumentoparticolarmente utile per chi vuole effettuare il passaggio tra i due regimi.Solitamente si trova nella pagina del prodotto luce o gas sul sito del fornitore.


Non è lamigliore offerta luce e gas: 14 giorni per recedere


 


Nel caso dicontratti a distanza (come possono essere quelli stipulati online o per viatelefonica), il consumatore ha diritto a 14 giorni solari in cui esercitareliberamente il diritto di recesso. Una tutela che libera da qualsiasi obbligocontratto con la sottoscrizione del contratto: nessuna eventuale penale,nessuna necessità di fornire motivazioni.


 


Si tratta diun diritto che ci aiuta a scegliere con serenità quella che pensiamo essere lamigliore offerta luce e gas del momento e di tornare sui nostri passi qualorascoprissimo subito che non ne abbiamo bisogno o che il mercato offre tariffepiù convenienti.


 


Fonte: HelpConsumatori

 

Tesseramento 2019

adoc_2019.jpg

Guide Adoc

guide-adoc-compressor.jpg

Salva Famiglie

immagine.png