Menu Content/Inhalt
Home arrow Conciliazioni
La Conciliazione
giovedì 05 gennaio 2012

LA CONCILIAZIONE: cosa è e quali accordi ha l'Adoc per attuarla

Il termine Conciliazione va inserito all'interno di una definizione più ampia conosciuta con l'acronimo di ADR.

L'ADR (Alternative Dispute Resolution) comprende vari meccanismi di composizione delle controversie tra privati che si è andato affiancando sempre più alle corti di giustizia tradizionali. Tra le principali motivazioni che hanno portato alla ricerca di soluzioni alternative delle controversie, c'è sicuramente il rifiuto della eccessiva conflittualità presente nelle procedure giurisdizionali ordinarie, i costi elevati e la notevole durata delle procedure tradizionali, ostacoli che ponevano barriere insormontabili alla tutela dei diritti. Non ultimo, anche l'atteggiamento razionale degli imprenditori ha portato alla ricerca di soluzioni rapide ed efficienti alle problematiche interne, nella consapevolezza che lunghi, animosi ed antieconomici giudizi sono nocivi per tutte le parti. Le procedure di ADR sono caratterizzate dai seguenti tratti distintivi:
• informalità e flessibilità che le rendono meno «complesse», le parti infatti si affrontano direttamente e propongono soluzioni «creative» sono più rapide e meno costose

  • le parti hanno la possibilità di partecipare al procedimento
  • le procedure ADR sono segrete e riservate
• gli esiti non sono vincolanti, in ogni momento le parti possono recedere dalla procedura
• non sono disciplinate da norme di legge.

La conciliazione è quindi un processo comunicativo attraverso il quale due o più parti operano per individuare obiettivi comuni realizzabili nel raggiungimento della massima soddisfazione possibile dei rispettivi bisogni. Cercare le modalità e gli strumenti per risolvere il contenzioso, nel tentativo di recuperare e consolidare il rapporto con il cliente, è l'atteggiamento che oggi viene fatto proprio dalle stesse aziende che operano in un forte regime di concorrenza.

Il metodo più seguito dalle maggiori imprese italiane è quello della firma di accordi quadro e protocolli d'intesa con le principali Associazioni dei consumatori. I protocolli più significativi sono stati firmati con Telecom Italia, TIM, Ania, Poste Italiane e con alcune banche (Monte dei Paschi di Siena, Capitalia, Banca Intesa, Unicredito) anche se finora solo limitatamente ad alcuni prodotti finanziari.

La conciliazione paritaria è un modello di ADR che prevede la costituzione di una Commissione di Conciliazione formata pariteticamente da un esponente delle Associazioni dei consumatori, in rappresentanza del consumatore, ed uno dell'impresa. Non prevede la presenza di un terzo perché la soluzione nasce direttamente dal contraddittorio tra le parti. Si tratta di un modello rapido, snello e meno costoso che si attaglia bene alle procedure di primo grado che vedono impegnate nel tentativo conciliativo direttamente le due controparti.

Si segnala infine che presso la sede dell'ADOC del Trentino opera un proprio conciliatore abilitato alle procedure conciliative nei confronti di Telecom, Sorgenia, Enel e Poste Italiane. Inoltre l'Adoc del Trentino, tramite i conciliatori nazionali, è in grado di assistere i propri associati nei contenziosi nei confronti di tutte le società che hanno aderito ai protocolli di conciliazione (società di assicurazioni, autostrade, società che forniscono energia, operatori telefonici, e molte altre).

 

Tesseramento 2017

 adoc-tess2017_fronte-compressor.jpg

Guide Adoc

guide-adoc-compressor.jpg

Salva Famiglie

immagine.png